Le capitali dello shopping natalizio, tra mercatini ed atelier

23 Nov , 2011  

shopping natalizio

Non appena il ‘count down’ per l’arrivo della festa più celebrata dell’anno, il Natale, avrà inizio, scatterà fulminea la corsa al regalo perfetto. Alla ricerca del mito del dono ideale, sono in molti quelli che decidono di tentare il colpo grosso oltremare o in giro per i caratteristici mercatini natalizi, all’insegna della formula spendere e spandere.



Ecco spiegate, così, le numerosissime partenze strategiche di cui anche gli italiani si rendono protagonisti già a partire dal mese di Novembre. Assodato che mercati e negozi di ogni sorta targati con il marchio italiano siano già stati spulciati, non rimane che dirigersi verso le capitali più acclamate dello shopping europeo.

In pole position, l’intramontabile Londra, la city all’avanguardia sotto molti aspetti e, tra questi, quello delle ultime tendenze in fatto di moda, arte e tecnologia. Imperdibile, una volta oltrepassata la Manica, la tappa da Harrods, ai mercatini di Camden Town e Portobello Road, senza tralasciare Oxford Street. Grandi magazzini serrati nelle fila della famosa strada, come Debenhams o Marks & Spencer, fanno degna concorrenza al mercato di Covent Garden, che in regime natalizio si veste di tinte rosseggianti e luci colorate. Più turistico l’ultimo, più economici i primi, ma entrambe due mete fondamentali per chi di metter mano al portafogli non si fa un cruccio.

Spostandosi nella ‘cugina’ capitale americana, New York, le sorprese non tardano ad arrivare. L’appuntamento è lungo la 5th Avenue di Manhattan per ‘shops’ e negozi che recano le firme dell’ alta moda italiana, sbandierando ai quattro venti raffinatezza e spregiudicatezza tutta tipica del commercio americano, oltre ai quasi estremi viali addobbati a festa nel centro della “Grande Mela” straripanti di negozi e grandi magazzini, davvero uno spettacolo senza pari al mondo.

Tornando nel nido europeo, ultimi due centri da vetrina sono Barcellona e Parigi, ovviamente.

La prima offre,come sempre, un mix infallibile di temperie culturale, arte d’avanguardia coniugata a pezzi più vicini alla tradizione iberica e vita metropolitana che non disdegna un salto indietro nel tempo, ai vecchi mercatini natalizi. Da’ una buona prova di questo, il Mercat de Santa Llùcia, allestito attorno alla Cattedrale omonima e preferito, per gli acquisti natalizi, dagli abitanti stessi della zona catalana in cui è situato.

Infine, la Signora della moda, Parigi. Non avendo niente da invidiare alle grandi marche degli inglesi Darling, Ashley Tyler e Eugenia Kim, la capitale francese non ha paura di sbandierare lo squisito gusto raffinato delle sue boutiques disseminate nel centro storico. Ha cambiato orientamento, infatti, l’ago della bussola e ha ufficialmente dichiarato gli Champs-élisèes decaduti dalla carica ufficiosa di  punto di ritrovo degli amanti dello shopping di classe, facendo emergere un lato del tutto inedito della grande città, sempre pronta ad accogliere turisti.

In special modo se l’occasione speciale in questione è quella dello shopping natalizio!

Foto: by Sister72



, , , , , , , , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: