Le migliori città europee per andare in bicicletta

13 Lug , 2012  

le città europee per andare in bicicletta

Città e bicicletta sono due parole (e stili di vita) che non sempre si coniugano perfattemente. Ma con il futuro del nostro pianeta in gioco, c’è stata una forte spinta a rendere le città europee più bici-friendly, sia per i residenti che per i tursiti. Molte città propongono ora servizi di bike-sharing, di solito gratuiti per la prima mezz’ora o poco più, che rendono facile spostarsi da un angolo all’altro delle città europee, in modo rapido ecologico e salutare. Un viaggio su due ruote alla scoperta delll’arte, della natura e delle bellezze tipiche di una località, è un’esperienza unica ed emozionate, che offre un punto di vista nuovo, più autentico e coinvolgente. Vediamo le dieci città ideali per una vacanza su due ruote!



1. Londra

andare in bicicletta a londra

La capitale britannica è stata a lungo una città difficile per i ciclisti, con una carenza di piste ciclabili lungo le strade strozzate dal traffico e pochissimi accessi consentiti alle due ruote nei parchi reali o in altri spazi verdi. Ma la situazione è destinata a cambiare. La città si è infatti dotata quest’anno di un popolare sistema municipale di bike-sharing, per cui sarete in grado di prendere una bici dalle 40 postazioni dislocate nel centro e intorno al cuore della città, con la possibilità di un free riding per i primi 30 minuti. In virtù di questa iniziativa e dell’introduzione della Cycle Superhighways in città, il London Transport Museum avvierà un programma speciale di eventi per l’estate 2012.

Oppure potreste scegliere il Battersea Park o il Dulwich Park, entambi a sud del fiume, dove la London Recumbents offre la possibilità di noleggiare tutti i tipi di i veicoli a pedale (tandem compresi), per una tranquilla escursione lungo sentieri facili e non impegantivi.
E non dimenticate di controllare i servizi offerti dagli hotel: alcuni infatti consentono il noleggio di biciclette e l’uso gratuito per adulti e bambini come parte dei Pacchetti famiglia proposti ai turisti. Se si preferisce seguire  un tour guidato, vi segnaliamo Bike Tours Fat.

2. Berlino

andare in bicicletta a berlino

Berlino è un luogo ideale da scoprire in sella alla bicicletta – ci sono poche colline ripide e un sacco di piste ciclabili o Radewege. Berlino è una delle sei città tedesche che offre il servizio Call-a-Bike, gestito dalle Ferrovie dello Stato, la Deutsche Bahn. Con un telefono cellulare, basta chiamare il numero indicato sulla bicicletta per ottenere un codice di sblocco e mettersi in sella.

Per elaborare i vostri itinierari ciclabili tra i siti della città, consultate il percorso BBBike . Per visite guidate e percrosi ad hoc (come il tour del muro di Berlino, l’East Unplugged, e il Tour Nightseeing), contattatte Berlin on Bike.

3. Parigi

bicicletta a parigi

Come Londra, Parigi non è per sua natura bici-compatibile, ma il servizio pubblico Vélib, introdotto nel 2007 ha avuto così tanto successo, che è cresciuto sino a diventare il più grande sistema di questo tipo al mondo, con circa 20.000 bicyles e più di 1.600 docking station (una media di una ogni 300 metri). È necessario acquistare un abbonamento giornaliero, settimanale o annuale per utilizzare queste bicilcette e cambiare la vostra due ruote ogni 30 minuti per non pagare un costo via via crescente. I francesi utilizzano le 

biciclette per muoversi in città, per le loro attività quotidiane, ma sono ideali anche per turistit e curiosi che vogliono muoversi alla scoperta delle bellezze uniche di Parigi. Per un tranquillo freewheeling, il vasto parco alberato del Bois de Boulogne sul lato ovest della città mette a disposizione buone piste ciclabili, che si snodano tra laghetti, stagni e ruscelli, in una cornice particolarmente suggestiva e pittoresca.

4. Copenhagen

andare in bici a copenaghen

La capitale danese ha attivato il suo Bycyklen Kobenhavn nel 1995, permettendo ai visitatori di noleggaire una bicicletta senza limiti di tempo (tranne dopo il tramonto – non hanno le luci). Le biciclette sono il modo migliore per visitare e scoprire questa affascinante città – quasi la metà degli abitanti utilizza una bici tutti i giorni, e ci sono un sacco di piste ciclabili.

Il posto migliore per il noleggio biciclette (comprese le bici per famiglie con traino anteriore) è CPH: i proventi ricavati dal servizio di noleggio sono devoluti ai villaggi africani per promuovere e sostenere alcuni  interventi e progetti. La società organizza anche escursioni in mountain bike.

5. Roma

andare in bicicletta a Roma

Muoversi in bicicletta a Roma, considerato il traffico della capitale,  può sembrare una missione suicida. Gli autisti sono in realtà molto tolleranti nei confronti dei ciclisti: ci sono dieci percorsi ciclabili e itinerari ottimali per gli appassionati della due ruote, che rendono possibile e divertente un tour anche qui. Si può, ad esempio, percorrere la via Appia, lungo la parte acciottolata, l’antica strada che collegava Roma a gran parte del resto d’Italia, punteggiata di affascinanti testimonianze archeologiche. In alternativa, si può optare per una visita guidata, con itinerari tra cui la panoramica della città eterna e i Parchi Antichi. Tra gli operatori, si segnala TopBikes Rental & Tours. Roma si è anche dotata di un nuovissimo sistema di bike-sharing, l’Atac che al costo di € 0,50 permette mezz’ora di pedalata.

Sono tante altre le città europee bici-friendly, qui la seconda parte del nostro reportage con altrettanti posti davvero splendidi.



, , , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: