Leggende metropolitane di viaggio, fantasia che invita alla prudenza

15 Gen , 2012  

leggende metropolitane di viaggio

Scegliere la meta per un viaggio non è mai facile, dopo aver valutato i pro e i contro in maniera razionale alla fine si tende a seguire le proprie inclinazioni in base ad aspettative, passioni e curiosità personali. Fin qui tutto bene, il problema sorge nel momento in cui si rinuncia a una destinazione perché ad essa viene legata la paura di qualcosa che spesso altro non è che una leggenda metropolitana. Sono molti infatti i miti da sfatare legati ai viaggi e, anche se spesso nascondono delle verità, nella maggior parte dei casi si tratta di invenzioni delle quali non vale la pena preoccuparsi.



Il caso più celebre è certamente quello dei coccodrilli nelle fogne di New York, ormai nessuno crede più a questa storia particolarmente assurda, ma chissà quanti in passato hanno rinunciato a visitare questa splendida città per paura degli enormi rettili.

Ci sono leggende però che, pur non corrispondendo a verità, hanno lo scopo di mettere in guardia i viaggiatori più ingenui. La storia del turista che si risveglia senza un rene in una vasca d’acqua fredda ha fatto il giro del mondo e cambia periodicamente ambientazione dall’Asia al Sud America passando per l’Africa senza corrispondere a verità.

Così come quella della bella amante che la mattina, lasciando la camera dell’hotel, lascia scritto sullo specchio “Benvenuto nel mondo dell’AIDS”. Questi fatti probabilmente non sono mai successi, ma costituiscono un invito alla prudenza sia per quanto riguarda le amicizie sia per quanto riguarda i rapporti, soprattutto in paesi in cui la sieropositività rappresenta una delle principali cause di morte.

Lo stesso vale per la storia che racconta come, soprattutto in Thailandia, i narcotrafficanti nascondano la droga nei bagagli dei turisti con la complicità dei portieri dell’hotel condannando il povero viaggiatore alla terribile galera locale. Una storia tutt’altro che verosimile, ma che forse ha il potere di persuadere chi volesse spericolarsi in questa attività illegale e severamente punita in Thailandia e che mette in guardia i più ingenui che potrebbero farsi convincere a trasportare loschi bagagli dal contenuto pericoloso.

L’ ultima in ordine di tempo, riguarda la storia inventata per tutti quei viaggiatori che visitavano l’ ormai sempre più gettonata Cina. C’era appunto chi diceva che tutti i viaggiatori passanti per le frontiere cinesi, fossero vittime della clonazione dei loro documenti, che sarebbero serviti poi a loro insaputa, come garanti per le pratiche di espatrio di cittadini cinesi “clandestini”. Solo un’altra leggenda metropolitana, che invita solo alla prudenza chi è in visita nella multietnica e piena di insidie nazione Cinese.

Insomma non vale la pena di rinunciare a un viaggio per colpa di leggende metropolitane, ma è bene cercare di capirne il significato e interpretarlo sempre come un invito alla prudenza.



, , , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: