ricetta sushi

Sushi: ricette e curiosità dalla cucina giapponese

28 Set , 2012  

ricetta sushi

Sushi: oggi non solo un alimento tradizionale della cucina giapponese ma anche una tendenza a livello globale. Non tutti i piatti tipici nazionali o della tradizione locale sono accolti con entusiasmo dal resto del mondo: basti pensare al lutefisk dalla Norvegia, a base di stoccafisso (lut significa soda caustica e fisk pesce). O ancora il Cuy, una ricetta del Brasile, in cui una specie di cavia da laboratorio viene servita intera in padella o su uno spiedino. Curiosi piatti che, con ogni probabilità, non risulterebbero invitanti o prelibati al di fuori dei propri paesi d’origine…Qualcuno ordinerebbe qualcosa di simile in un ristorante in Italia? Diverso è il caso del sushi, che ha saputo farsi apprezzare ovunque, sino a diventare una sorta di piatto “cult”, spingendosi al di fuori dei confini giapponesi.



Che cosa significa davvero sushi?

Si tende (erroneamente) ad associare il sushi con il pesce crudo, ma la parola si riferisce in realtà ad ogni piatto con riso e aceto, utilizzato come base per realizzare una varietà di alte preparazioni. Tra questi, ovviamente, è  incluso il pesce crudo.

La tradizione del sushi ha origine nelle strade di Tokyo e getta le proprie radici nel XVII secolo. L’urban background del sushi si riflette nella grande varietà di ristoranti che si trovano nelle città principali del Giappone, così come in tutto il mondo. La tendenza, tre secoli più tardi, è rimasta uguale. Molto probabilmente, se vi trovaste in un ristorante a Oslo, vi verrebbe servito più facilmente sushi,  piuttosto che il sopracitato “stoccafisso alla soda caustica”.

Qual è la base di questo antico piatto giapponese?

I prodotti freschi sono fondamentali (decisamente in contrasto con  la specialità norvegese di stoccafisso): diversi tipi di pesce contengono tossine, come il mercurio, mentre  il famigerato pesce fugu contiene una quantità letale di tetrodo tossina. Solo chef di sushi preparati sono autorizzati a prepararlo. Ma si può star tranquilli. In Giappone i cuochi acquistano pesce fresco tutti i giorni presso i mercati locali, mentre nei ristoranti di tutto il mondo viene selezionato con cura il prodotto della migliore qualità. Al di fuori della più tipica tradizione, chef di tutto il mondo hanno creato nuove tendenze, inventando nuovi modi di coniugare l’antico con il moderno, e rivisitando anche in modo piuttosto fantasioso la ricetta classica.

Come si serve il sushi?

I tre ingredienti di base sono la salsa di soia, il wasabi e il gari, pezzi di zenzero in salamoia (questa sorta di salsa aiuterebbe a “pulire” il palato).  Di solito il sushi è servito con la birra giapponese o il sake, ma un buon bicchiere di vino bianco secco potrebbe rivelarsi un connubio perfetto. Di fronte a un menu a base di sushi, soprattutto se è la prima volta che si mette piede in un ristorante giapponese, potrebbe venire un po’ di mal di testa: nigiri, maki, sashimi, uramaki ecc…nomi che sembrano simili a mosse di kung-fu  ma che in realtà fanno riferimento a diversi tipi di preparazione del sushi. La ricetta Nigiri si compone della base tradizionale, una polpettina di riso, con una guarnizione di pesce. Il Maki-sushi è invece del riso pieno di delizie avvolto in alghe nori. Il sashimi è carne cruda, a fette, di solito servita su foglie di shiso e accompagnata da  wasabi e zenzero, mentre l’Uramaki è un arrotolato di alga con riso all’interno e all’esterno.

cucinare il sushi

Che siate tradizionalisti o amanti della cucina fusion non importa: il sushi è da provare (ovviamente nel posto giusto), e da gustare in tutta la sua raffinata prelibatezza.
Nei ristoranti tradizionali, il sushi può essere piuttosto costoso, ma il prezzo varia a seconda di ciò che si mangia. È possibile ordinare una serie di sushi classici con un prezzo fisso o, piuttosto, ordinare il sushi preferito o che si desidera provare. Per consumare sushi a prezzi ragionevoli, vi suggeriamo di recarvi nei kaiten-zushi, dove i piatti di sushi scorrono su nastro trasportatore mentre i commensali,  seduti intorno al kaite, come fosse una sorta di bancone e che si snoda dalla cucina alla sala da pranzo, scelgono i piatti che scorrono sotto i loro occhi, per assaggiare le diverse preparazioni. Ci sono ristornanti Kaiten-zushi ovunque in Giappone e, ora se ne trovano anche in Italia.
Avete ospiti amanti della cucina giapponese ma non c’è un ristorante nelle vicinanze? Perché non provate  a fare il sushi a casa!

La ricetta del Sushi.

Noi vogliamo suggerirvi un metodo semplice,  anche per chi non è esperto o non ha molto tempo: preparare un buon sushi è in effetti piuttosto complesso, ma seguendo questa ricetta potreste ottenere un risultato altrettanto soddisfacente. Innanzitutto procurate gli ingredienti: riso, pesce fresco e salsa wasabi (si può trovare facilmente presso la grande distribuzione). Una volta cotto, lasciate raffreddare il riso e cominciate a realizzare delle palline di forma oblunga (l’operazione risulta più facile se vi bagnate le mani con acqua fredda). Spalmate una punta di salsa wasabi sulle polpettine: fate attenzione perché è molto piccante e una dose eccessiva potrebbe alterare il gusto finale! A questo punto disponete un piccolo trancio di pesce crudo sul riso: possono essere fettine di salmone, orata, tonno, pesce spada o anguilla. L’importante è che sia molto fresco! Il vostro sushi è pronto per essere servito e gustato! Quale vino abbinare? La presenza di una condimento piccante impone la scelta di un vino aromatico e persistente (ad esempio un Moscato Bianco), ma anche uno spumante potrebbe essere un buon connubio.

Volete un piccolo video dimostrativo? Ve lo facciamo spiegare direttamente da uno dei chef più famosi al mondo, Gordon Ramsay!

Qui Itadakimasu!…Buon appetito!



, , , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: