matrimoni-gay-nel-mondo

I diritti di Gay e Lesbiche nel mondo: la mappa LGBT

1 Lug , 2013  

Il turismo Gay è sempre più in rapida crescita, ma per non correre rischi è sempre bene sapere dove andare e dove i diritti della comunità LGBT sono ben tutelati o quantomeno tollerati. Ecco quindi una mappa con una breve descrizione.

mappa-diritti-gay-lesbiche-mondo

L’ accettazione degli omosessuali è, purtroppo, una questione in sospeso per gran parte della popolazione mondiale. Ci sono molti paesi in cui non è ben visto che due ragazzi vanno mano nella mano per strada o due donne che vagano mano nella mano. Questo è il motivo per cui molti viaggiatori gay scelgono per la loro vacanza mete turistiche gay-friendly .



Ma quali sono i paesi del mondo più aperti dove poter tranquillamente viaggiare ? Secondo uno studio pubblicato all’inizio di questo mese del Pew Social Research Institute Research Center, la Spagna sarebbe in prima linea a livello mondiale in termini di accettazione sociale dell’omosessualità, in quanto l’ 88 % della popolazione è a favore dell’integrazione, oltre ad essere uno dei 14 paesi in cui è consentito il matrimonio gay, e l’adozione da parte di coppie dello stesso sesso. E il resto del mondo?

La mappa dei diritti LGBT : dalla tolleranza alla pena di morte

A guidare questo articolo potrete vedere una mappa ( che è possibile espandere qui ) preparata dall’organizzazione ILGA che descrive la posizione legislativa di ciascun paese per quanto riguarda i diritti dei gay. Mentre 14 Stati hanno approvato leggi favorevoli al  matromonio gay, e molti altri tipi di unioni riconosciute, ci sono molti paesi in cui l’ omosessualità è perseguitata .

In un totale di 5 paesi e 2 regioni l’ omosessualità è punibile con la pena di morte . Questi sono: Iran, Yemen, Arabia Saudita, Mauritania, Sudan, e parti della Nigeria e della Somalia. Inoltre, in un totale di 71 paesi ci sono pene detentive , a volte con l’ergastolo o condanne che riguardano punizioni fisiche. Questi paesi sono così distribuiti: 34 in Africa, 11 in Centro e Sud America, 18 in Asia e 8 in Oceania.

I 14 paesi con il matrimonio gay

matrimoni-gay-nel-mondo

Attualmente, il matrimonio gay è legale soltanto in 14 paesi in tutto il mondo , e questi sono: Paesi Bassi (2000), Belgio (2003), il Canada e la Spagna (2005), Sudafrica (2006), la Norvegia e la Svezia ( 2009), il Portogallo, Islanda e Argentina (2010), Danimarca (2012), Nuova Zelanda, Uruguay e Francia (2013).

L’ Olanda è stata la nazione pioniere nei matrimoni gay, anche se la legge, approvata nel settembre 2000, è entrata però in vigore solo il 1 maggio 2001, con i primi quattro matrimoni tenutasi ad Amsterdam. Il Canada è stato il primo paese del Nord America per l’approvazione della legge – e unico finora – mentre il Sud Africa è stato il primo in Africa, Argentina in Sud America e Nuova Zelanda nel continente dell’Oceania, dove è l’unico paese che permette il matrimonio gay .

Il percorso di questi paesi fino alla approvazione della legge non è stato lo stesso, per esempio in Canada il dibattito sulla legalizzazione è durato due anni, mentre in Belgio non vi era opposizione, e anche in Svezia la Chiesa luterana ha votato si dando la sua benedizione a questi matrimoni. In Islanda i 49 membri del parlamento hanno votato a favore e subito dopo il primo ministro del paese Johanna Sigurdardottir, ha sposato la donna che era la sua compagna da sempre.

I paesi che dipendono da ogni regione o stato

  • USA:

Anche se il presidente Barack Obama ha parlato a favore dei diritti del matrimonio gay, c’è ancora una legge federale degli Stati Uniti in materia che lo vietano, ma anche in questo caso dipende da ciascuno degli stati. Ci sono 12 stati dove il matrimonio gay è legale (Connecticut, Delaware, Iowa, Maine, Maryland, Massachusetts, Minnesota, New Hampshire, New York, Rhode Island, Vermont e Washington), mentre in 30 sono vietati.

  • Brasile:

10 stati dei 27 che compongono il paese hanno approvato il matrimonio gay, ma non lo si è fatto a livello nazionale. Essi sono: Distrito Federal, Paranà, Bahia, Sergipe, Santo Spirito, Alagoas, Ceará, Piauí, São Paulo e Mato Grosso do Sul

  • Messico:

Il Distretto federale è l’ unico territorio messicano dove il matrimonio gay è stato legalizzato. Tuttavia, a Quintana Roo è usata una scappatoia, perché la legge non specifica che il matrimonio deve essere tra uomo e donna, ma “tra la gente”. Sono stati inoltre ammessi i matrimoni a Oaxaca e Colima.

Altri tipi di unioni omosessuali

unioni-di-fatto-gay

Ci sono molti paesi in cui ci sono le unioni civili per le persone dello stesso sesso , ma non è chiamato matrimonio. Alcuni di questi stati sono: Israele, Repubblica Ceca, Irlanda, Regno Unito – dove attualmente si sta discutendo anche dei matrimoni gay, la Colombia e la Germania. E ‘curioso che lo studio citato in precedenza in questo articolo posti la Germania e la Repubblica Ceca nella seconda e terza posizione in termini di accettazione dell’omosessualità (con l’ 87% e 80% rispettivamente), tuttavia, non sono ancora stati legalizzati i diritti delle coppie omosessuali come famiglia. Come chiaramente avrete notato, non ho mai citato l’ Italia, in quanto purtroppo nonostante le molte battaglie del movimento LGBT, è ancora molto indietro riguardo al riconoscimento dei diritti gay.

Conclusioni

Concludendo posso dire tranquillamente che di stati bigotti, dove è visto come uno scempio l’essere omosessuale sono ormai per fortuna ben pochi. Evitando gli stati di Africa e Asia dove regna l’estremismo islamico, nel resto del mondo di mete turistiche gay-friendly c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Foto | Ejpphoto

Fonte | Ilga.org



, ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: