Come trascorrere l’estate in Giappone: tutti gli eventi

22 Apr , 2012  

L’ estate è sicuramente il periodo migliore per visitare il Giappone, con i suoi mille eventi, in primis la famosa Obon, la festa delle lanterne.

eventi estate in giappone



La primavera tarda ad arrivare e l’estate non è ancora alle porte, ma non è mai troppo presto per iniziare a mettere a punto un piano vacanziero con i fiocchi per i mesi più caldi. Un’idea rinfrescante per l’estate può trovarsi nel cuore del paese orientale che da sempre cattura le simpatie di tutti gli occidentali, la terra dalla bellezza tenera e delicata del Giappone!

E’ proprio in estate, infatti, che il popolo giapponese annovera sul calendario alcune delle feste più popolari e ben accette dai turisti che la cultura asiatica abbia elaborato: il Tanabata Matsuri e la festa delle lanterne, l’Obon.

La prima della rinomatissima coppia di celebrazioni nipponiche affonda le origini in un retroterra cinese ma si è integrato così profondamente in città grandi e piccole del Giappone che i giapponesi stessi non riescono quasi più a distinguerne le differenze!

L’appuntamento è precisamente nella settima notte del settimo mese dell’anno, quando secondo l’antica leggenda le due stelle che sulla terra rispondevano al nome degli amanti Kengju e Shokujo riescono finalmente a trovare il modo di ricongiungersi dopo mesi di struggente lontananza.

Narra la tradizione, infatti, che i due giovani ragazzi, in un lontanissimo e mitico passato, fossero stati strappati dalle braccia l’uno dell’altro per via del padre della ragazza, il quale, avversando l’amore appena sbocciato tra i due, aveva fatto di tutto per tenerli separati, relegandoli su due rive opposte di uno stesso fiume.

Una sola volta all’anno ai due erano concesso il permesso di rivedersi e ancora oggi si celebra quel magico momento, il 7 luglio (nonostante in altre zone della nazione la data venga posticipata ad agosto), appendendo fuori dalle case e dagli edifici pubblici ramoscelli di bambù dai quali sventolano pezzi di carta rettangolari, i tanzaku, sui quali è possibile scorgere le poesie o i desideri che, in bella grafia, le ragazze dedicano alla sventurata principessa, mentre i giovani dell’altro sesso venerano l’infelice pastore chiedendogli successo e buona fortuna in cambio di offerte devote.

Messa da parte l’Ama no gawa (per chi non ha gli occhi a mandorla nota, invece, come Via Lattea) che non si stanca di fare da crudele divisorio, si può attendere fino al terzo lunedì dello stesso mese per la festa nazionale recentemente istituita per celebrare l’Oceano, l’Umi no mi.

Si aprono i festeggiamenti ad agosto, invece, per la festa che ricorda in maniera impressionante la ricorrenza dell’occidentale Ognissanti, ma che in territorio giapponese viene ricordato come Obon, la Festa delle Lanterne.

obon festa delle lanterne in giappone

è questo il momento in cui gli spiriti degli antenati riemergono dall’oscuro regno delle ombre e tornano a camminare tra le strade di cittadine e paesi, per far visita ai vivi. Al tramonto del 16 del mese, tutti si affrettano a porgere alle sovrannaturali entità un’offerta in cibo, sistemata ben in vista di fronte alle abitazioni, e ad accendere lanterne colorate ed illuminate dall’interno che, lasciate galleggiare sulle acque dei fiumi, proseguono la loro luminosa traversata solitaria guidando ed illuminando il percorso degli antenati, di ritorno verso le ‘dimore’ ultraterrene.

Nell’atmosfera solenne e suggestiva che circonda la festa, si aggiungono altri piccoli dettagli che contribuiscono a rendere tutto ancora più speciale,come l’aggiunta, in ogni dove, di decorazioni fatte di rami di pino, sakaki (pianta sacra ai giapponesi) e sferette di omochi, riso bollito, insieme a frutta e incenso odoroso.

Fate un giretto anche nei templi e di fronte ai cortili delle scuole, perché al suono della campanella, comincia in tutto il Giappone, la celebre danza collettiva del Bon Odori, al ritmo di un grande tamburo e scandito da impressionanti canti cerimoniali.

Attenzione, infine, ai piccoli petardi che sono soliti lanciare per le stradi i più piccoli, gli hanabi, e aguzzate bene la vista per osservare da vicino le magnifiche vesti tradizionali che indossano generalmente i partecipanti, gli Yukata!



, , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: