Mostre e tradizioni tra le montagne valdostane

12 Feb , 2012  

Eventi valle d' aosta

Stanchi delle piste da sci? Nessun problema perché la Val D’Aosta offre davvero tante alternative, anche per i meno sportivi, il tutto tra mostre e tradizioni.



Ancora pochi giorni e terminerà la lunghissima rassegna Aoste Joie de vivre, cominciata l’11 marzo 2011 e in dirittura d’arrivo il 14 febbraio. La chiusura sarà celebrata con il grande Raduno Internazionale di Mongolfiere, ma il 13 febbraio i voli su questo romantico velivolo saranno solo per i piloti più esperti che dovranno affrontare  l’ “Alps Crossing”, un difficile attraversamento delle Alpi. Percorsi particolarmente impegnativi da affrontare, ma spettacolari da ammirare come spettatori, perchè i venti soffiano fino a 100 Km orari e le temperature scendono fino a -30. A San Valentino ovviamente ci saranno voli speciali per gli innamorati, brindisi in volo e particolarissimi fuochi d’artificio di carta.

Chiusa una manifestazione ne comincia subito un’altra, il 15 febbraio verrà inaugurata la mostra di Mario De Biasi “Un mondo di baci – Fotografie dagli anni cinquanta ad oggi”, visitabile presso la Biblioteca regionale, ad Aosta, presso fino al 26 maggio. 36 fotografie in bianco e nero descrivono la vita attraverso i baci che De Biasi ha raccolto in giro per il mondo a New York, Rio de Janeiro, Milano, Firenze, Parigi, Vienna e Londra, dagli anni cinquanta fino ai giorni nostri.

La mostra multimediale I colori dell’integrazione è già aperta e continuerà fino alla fine di febbraio nella sede della Fondazione Ollignan di Quart. Questo allestimento affronta temi delicati e importanti come la disabilità, con lo scopo di sensibilizzare il pubblico in maniera innovativa e moderna.

Lo sfarzo dei Tesori del Principe sarà protagonista al Forte di Bard fino al 21 maggio, dove sarà possibile ammirare l’incredibile collezione di capolavori appartenenti al Pricipe del Liechtenstein. Rubens, Brueghel, Rembrandt, Cranach, Canaletto e Hayez sono solo alcuni degli autori delle opere che costituiscono la più importante collezione privata d’arte del mondo.

In questo ricco calendario di eventi non può certo mancare il carnevale, il 16 febbraio è attesa la sfilata a cavallo a Breuil Cervinia, celebrazione che rievoca tra storia e leggenda la figura della Dama Bianca. Molte le maschere tradizionali che parteciperanno alla sfilata: Verres Pierre D’Introd e Caterina di Challand, seguiti dagli Uomini della Contessa, dagli araldi e dal Gran Ciambellano. Ma la protagonista sarà sicuramente la Dama Bianca, contrapposta al Gigante Gargantua che cercò di rapirla.

Courmayeur non potrebbe essere da meno e durante il martedì Grasso, 21 febbraio, “le vieux et la ville”, ovvero le maschere del vecchio e della vecchia, di ogni frazione girano per il paese annunciando con i campanacci il loro arrivo. Il Comité di Courmayeur preparano la seuppa, la tipica zuppa che viene distribuita con fontina, saucisses e pane nero.

La tradizione è di casa anche a Cogne, dove il 18 febbraio si terrà la Festa dei Coscritti, conosciuta anche come Festa del barile o Féta dou Barò. Questa giornata coinvolge i giovani che abbiano compiuto 18 anni durante l’anno solare che si incontreranno fuori dal centro e grazie ai fisarmonicisti, chiamati jouveurs, animeranno il paese. Il barile verrà portato da un asino in tarda serata dando inizio alla festa vera e propria con balli, canti e la tradizionale danza del barile.

Foto di Daniele Sartori



, , , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: