Namibia: un paradiso tutto da scoprire

11 Apr , 2012  

visitare la Namibia in Africa

Continuano le emozioni con la rubrica “I viaggi di Patty”. Oggi la nostra amica ci porterà in una tappa paradisiaca dei suoi tanti viaggi. La Namibia!



“Vedere un Mondo in un granello di sabbia,

E un Cielo in un fiore selvatico,

Tenere l’Infinito nel cavo della mano

E l’Eternità in un’ora.”

Chissà se lo scrittore di questi versi, William Blake, ha visitato la Namibia perché questi versi le si adattano come un abito su misura, è un paese dal tempo sospeso nel grande silenzio, scolpito nelle sabbie multicolori dei suoi deserti mentre nei suoi fiori selvatici, che sopravvivono in un terreno avaro di acqua, la Natura rivela tutta la sua tenacità .

Non si può parlare di semplice “viaggio” se ci si reca in Namibia ma di VIAGGI : come in un caleidoscopio, ad ogni giro, i suoi colori si frantumano e si ricompongono…. gli elefanti cedono la scena alle foche, i Boscimani sfumano sino a diventare rosseggianti donne Himba e pittoresche Herero, il cinabro del Kalahari sbiadisce nell’ocra del Namib degradando sino al bianco accecante dell’ Etosha Park, i pochi abitanti si avvicendano agli animali liberi, il groviglio di lingue si sublima nel silenzio del deserto .

L’ Etosha park è contraddistinto dal “pan” una vasta distesa salina di un bianco abbacinante, interrotta solo dall’indaco delle pozze e dal cobalto del cielo dove basta soffermarsi in silenzio e, a poco a poco, un documentario prenderà vita sotto i nostri occhi. Placidi branchi di elefanti, il raro eland, saltellanti gazzelle, eleganti orici, slanciate giraffe, veloci struzzi che si avvicendano in un incessante susseguirsi di colori e andature.

I percorsi sono rigorosamente in macchina, in piste seguite scrupolosamente dagli autisti, con soste ammirate e frequenti per il miglior safari che esista, quello armato unicamente di innocue macchine fotografiche o videocamere.

safari in namibia

I predatori sono invece molto rari da avvistare e, per questo, se si ha la fortuna di vederne alcuni è un vero evento, proprio il contrario delle foche che si incontrano sull’Oceano Atlantico – sul promontorio di CapeCross – impossibile contarle centinaia, anzi migliaia di foche vocianti che rimarranno impresse non solo per aver appagato vista e udito ma anche l’olfatto !

L’avvistamento degli animali, anche se in forma meno eclatante lo si può fare in numerose riserve private, dotate di lodges a 5 stelle, forniti di ogni comodità perfettamente inseriti nell’ ambiente circostante tanto che in alcuni la sala-ristorante si affaccia direttamente sulle pozze per non perdere nessuna abbeverata diurna o serale.

Dal candido terreno dell’ Etosha i colori si infiammano nel sud del paese dove si estende il deserto del Kalahari che ospita i Boscimani – o meglio San come loro si definiscono – I tours spesso includono un incontro con questa popolazione che svelerà alcuni dei loro stupefacenti segreti di sopravvivenza in perfetta simbiosi con un terreno apparentemente ostile.

popolazione namibia

Nuovo cambio di scenario, colori e proporzioni nel deserto del Namib: come dice il suo nome è uno “spazio senza fine” dove i rossi scuri ed i colori ambrati dell’alba si stemperano in sottili variazioni di giallo, marrone e malva, mentre le dune dinamiche dalle forme sinuose, per la loro forma denominate “a stella”, culminano in quella chiamata “Big Daddy” – la più alta del mondo (390 m) nell’area di Sossuvlei.

Dopo tanto silenzio e orizzonti sgombri, lasciamoci riempire la vista dall’architettura straniante di Windhoek e Swakopmund, nelle chiese e nei vecchi edifici ritroveremo tratti conosciuti ai nostri occhi europei, l’era coloniale tedesca ha lasciato qui molte tracce del suo passaggio e la lingua tedesca è tuttora parlata in alcune zone del paese.

Per amore di brevità mi è impossibile citare e descrivere altri motivi per visitare questo immenso paese: la Skeleton coast con i relitti navali, i villaggi fantasma abbandonati dai minatori e ora fagocitati da montagne di sabbia, la nuvola rosa dei fenicotteri di Walvis Bay, la strana flora dove la spicca la “ Welwitschiamirabilis” una delle piante più antiche del mondo. (Secondo un esperimento con il carbonio 14, è emerso che alcuni esemplari tuttora viventi di questa pianta hanno circa 2000 anni !)

Tutto quanto descritto o discretamente sorvolato ha un solo scopo: suscitare la curiosità e il desiderio di visitare questo paese sfaccettato. La Namibia, il vero paradiso del “continente nero”!
Non vi resta che gustarvi queste meravigliose vedute paesaggistiche della Namibia in HD.

Namibia (Namib, Africa) from Peter Schurte on Vimeo.

Foto di ferdinandreus e aftab



, , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: