Capodanno a Vienna: Luci della Ringstrasse e neve a palate

6 Dic , 2011  

capodanno vienna

Alcuni vengono attirati dal concerto tenuto annualmente nel consueto appuntamento natalizio, ma molti rimangono più che volentieri per godere dell’entusiasmante compagnia della restante parte della città fino al fatidico giorno di Capodanno. Si parla di niente di meno che Vienna, capitale tanto famosa come meta di interessi artistici, storici e soprattutto musicali, avendo dato ospitalità ad artisti del calibro di Mozart e Schubert, quanto ‘ignorata’ sul fronte fine-anno. Nonostante sia ritenuta da molti alquanto insolita come scelta, la città ha un’attrattiva particolare soprattutto quando arriva il momento di festeggiare in grande stile Natale e il doppio appuntamento del 31 Dicembre e 01 Gennaio.



Viene presa letteralmente d’assalto, tanto per cominciare, la Ringstrasse, la via principale che suddivide il centro in tanti spicchi racchiusi all’interno dell’intricata ragnatela di vialetti e traverse lastricate e, nella maggior parte dell’anno, ricoperte da uno strato di soffice neve. La strada a forma di anello chiuso in sé stesso fa da palcoscenico perfetto per mercatini, stand alimentari e maxi schermi che trasmettono in continuazione la colonna sonora del caratteristico dicembre austriaco, riservando un posticino speciale per il repertorio natalizio. A fare da spalla, ci sono le decine di concerti di strada in cui non si può far a meno di inciampare ad ogni passo.

Delizia dei più romantici, in piazza Heldenplatz si ripete il tradizionale ballo imperiale, cui segue l’altrettanto classico cenone di fine anno, aperto a chiunque abbia voglia di curiosare tra gli splendori delle mura dorate del Palazzo Imperiale austriaco. Distaccandosi dal glorioso passato delle casate reali, invece, ci si può tuffare nella modernità sfrenata della ruota panoramica del parco di Prater, a due passi dal Danubio, dalla quale la vista mozzafiato permette di spaziare con lo sguardo fino a km di distanza, in direzione del cuore di Vienna.

Sulla sfondo delle acrobazie pirotecniche, è a piazza Stephansplatz che si stappano le prime bottiglie di spumante, precisamente nella parte più centrale della ‘platz’ dove troneggia dall’alto l’imponente facciata della cattedrale di Santo Stefano.

Si potrebbero elencare migliaia di altri motivi in più per convincere quelli che ancora storcono il naso di fronte ai festeggiamenti viennesi (complice soprattutto il gelo quasi polare e ‘brutte sorprese’ economiche che spesso lasciano interdetti i nuovi arrivati), ma l’idea di trovarsi tra i fiocchi di neve che cadono lentamente in un incantevole turbinio vorticoso e in mezzo alle carrozze tirate da cavalli che, ancora oggi, slittano tra  ciottoli e pedoni, fa perdonare alla scintillante Vienna delle feste invernali qualsiasi cosa.

Foto: by Gepat



, , , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: