Destinazione Polonia, guida su cosa non perdere della patria polacca

7 Nov , 2011  

visitare la polonia

Nome in codice Rzeczpospolita Polska, la Polonia è uno degli stati più frequentati dal via vai di turisti che decidono di puntare il tutto per  tutto sull’Europa come scenario per le loro vacanze.



È Kracow, in arte Cracovia, a primeggiare in quanto ad attrazioni e punti di interesse su tutte le altre cittadine. In primis, c’è il museo facilmente rintracciabile nel centro storico, lo Zartoryski, che custodisce gelosamente, tra le altre cose, la leonardesca Dama con l’ermellino.

Sempre nella stessa zona, la piazza del mercato, di per sé degna di nota, accresce il proprio charme grazie allo storico cafè che divenne punto di ritrovo prediletto della stragrande maggioranza degli artisti, polacchi e non, dei primi del ‘900, noto ai più come Jama Michalika.

Per chi fosse interessato ad indagare approfonditamente sulle origini della tradizione ebraica polacca, il quartiere Kazimierz calza a pennello, soprattutto considerando che fu proprio qui che furono girate molte delle scene più ad effetto della pellicola Shindler’s list.

Per lo stesso motivo, è consigliabile fare una visita anche al Museo della Memoria, nella zona che per il mondo è divenuta tristemente nota come Auschwitz, ma che per il popolo della Polonia è tuttora identificata con il termine ‘Oswiecim’.

Altro polo di sicuro interesse è Warsaw. Benché meno famosa di Cracovia,Varsavia non ha nulla da invidiare a quest’ultima. Non con i suoi ampi viali alberati che le fecero meritare tanto tempo fa il titolo di ‘Parigi del Nord’ o con il gusto classicheggiante della sua architettura di ampio respiro che non smette, ancora oggi, di catturare gli occhi di stranieri e fotografi.

In particolare, da non perdere la città vecchia, Stare Miasto, risalente al XIII secolo e il suggestivo Palazzo sull’Acqua, circondato dall’abbraccio del parco di Lazienki, al cui interno è stato ricavato addirittura un laghetto artificiale ed un isolotto che ha fatto da sede principale di un teatro.

Una meta decisamente al fuori dai comuni itinerari può essere, infine, la regione Mazury, al confine con la Bielorussia, rinomata per la ricca vegetazione nonché per il carnet di varietà di animali, anche tra le più rare come il tarpan, ovvero il piccolo cavallo polacco che meglio caratterizza la fauna della Polonia.

È consigliabile fare i bagagli per partire in inverno, per godere meglio delle lunghe passeggiate immersi nel verde e alla coda di guide esperte organizzate nelle località sciistiche dislocate su tutta la fetta polacca dei Monti Carpazi, ma la Polonia rimane una meta turistica adatta ad ogni stagione.

Foto: by Alan Light



, , , , , , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



  • io consiglio vivamente anche una visita alla città di Danzica …una piacevole sorpresa.

Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: