Idee per visitare Danzica, città dalle mille attrattive

11 Nov , 2011  

visitare danzica

“Giustizia e pietà sono le colonne portanti di tutti i regni”. Così recita l’iscrizione del portale cinquecentesco che spalanca la strada alla città di Danzica.



È infatti proprio attraverso una delle tante porte dalle fattezze antiche che costellano i quartieri storici della città che si può accedere a quella che oggi è divenuta definitivamente la capitale marittima della Polonia, sebbene sia stata a lungo contesa da varie potenze, in primis Russia e Germania. Una città dal passato burrascoso insomma, ma traboccante di storia e arte in ogni strada ed edificio.

Il quartiere storico che, tra i tanti, merita senz’altro più attenzione è quello di Glowne Miasto, al centro del quale si trova la cosiddetta Via Reale, il cui ricordo rimane impresso nella mente di tutti coloro che hanno la fortuna di potervi passeggiare in lungo e in largo, soprattutto sapendo che, in tempi lontani, è stato proprio questo viale a rappresentare il percorso cerimoniale dei re e delle regine polacche.

Stesso ‘regale’ utilizzo venne riservato alla porta d’ingresso della cittadina, meglio nota ai polacchi come porta di Wyzynna, progettata e curata in ogni dettaglio dal fiammingo va den Block, unicorni, angeli e leoni simbolici compresi.

Nella stessa area non va dimenticato il Mercato Lungo (Dlugi Targ) e l’omonima Via Lunga (Ulica Dluga), nei pressi dei quali si tiene ancora, a scadenze fisse e imprescindibili, il mercatino Domenicano, le cui origini risalgono addirittura al XIII secolo.

Spostandosi verso il cuore vero e proprio della nostra Gdànsk (nome polacco dell’italianizzata ‘Danzica’), arriviamo alla scultura che meglio rappresenta lo spirito della città, ovvero la Fontana di Nettuno. Importante per il valore simbolico che custodisce in sé e nel cuore dei polacchi, possiede anche un notevole peso artistico per via delle balaustre originali del ‘500, che molto ricordano quelle presenti nella ‘Casa d’Oro’ seicentesca che spicca ancor di più per i bassorilievi dorati che la ricoprono da cima a fondo e per le statue di Cleopatra, Edipo, Achille e molti altri che ‘affollano’ l’edificio nel senso più ampio del termine.

Per concludere il mini-tour di Danzica, infine,non si possono trascurare le decine di stazioni marittime e termali che scandiscono con cadenza quasi regolare i km di spiaggia, tenuta in condizioni impeccabili quasi a livelli impressionanti, tra cui ad esempio Sopot, le cui rive basse e sabbiose circondate da foreste basterebbero già da sole a renderla una meta irresistibile.

Non basterebbero libri interi per descrivere Danzica in modo da poterle renderle pienamente giustizia, quindi non resta che fare i bagagli e prepararsi ad ammirarla in tutto il suo splendore, dal vivo!

Foto: by Bartdubelaar



, , , , , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: