Il castello delle streghe di Moosham: Il macabro folklore dell’Austria

24 Nov , 2011  

castello di Moosham

Racchiuso nel cuore delle Alpi e stretto dalla morsa del Tirolo da una parte e della Bavaria dall’altra, Salzburg è certamente uno dei paesi più piccoli in termini di popolazione, ma con le sue meraviglie naturali e i ben nascosti centri storici è una delle mete turistiche più consigliate dell’Austria.



Lo stato di Salzburg racchiude già nel nome (‘castello di Salz’) tutta l’essenza del suo fascino peculiare, rappresentato dalla presenza dominante di miriadi di castelli e, in primis, da quello di Salz, appunto, che da’ il nome all’intera zona, differenziandola così da Salzburgerland, che racchiude il tutto seguendo un intricato intreccio ‘a matrioska’.

è in particolare nella zona di Unternberg che si trova uno dei più importanti, da un punto di vista sia storico-artistico che architettonico-culturale, ovvero il ‘Castello di Moosham’, meglio noto come il ‘castello delle streghe’.

La storia risale ai lontani anni bui del medioevo, precisamente nel quattordicesimo secoloquando si diceva che una temibile e potentissima strega fosse stata la causa di ogni malessere e sventura degli abitanti del villaggio vicino. Fu allora che il principe, nonchè vescovo, della cittadina prese la decisione di catturare la colpevole di tante malefatte e rinchiuderla fino a che non avesse confessato il suo terribile misfatto.

Generazioni su generazioni si tramandano la sanguinosa storia di come la donna venne torturata e uccisa, ma le fonti storiche continuano da dove il folklore si è arreso, certificando la presenza di migliaia di altre ‘streghe’ che, nelle segrete stanze sotterranee, subirono la stessa sorte della ‘capostipite’.

Ancora oggiè possibile constatare con i propri occhi quello che accadde all’epoca, grazie in particolare al paziente lavoro dell’esploratore Count Nepomuk Wilzek che non si accollò solo l’oneroso compito di ristrutturare ogni sala dell’imponente castello ‘incastrato’ letteralmente nel paesaggio roccioso, ma si impegnò anche a raccogliere tutto il meglio dell’arte folkloristica proveniente da tutta la zona austriaca circostante (e non solo) per per dare vita ad una eclettica collezione che ancora oggi è possibile ammirare, in ogni mese e periodo dell’anno.

Dalle raffinate slitte che costituivano l’hobby invernale prediletto dalla famiglia del principe, fino ai carri usati dalle centinaia di contadini e servi della gleba che lavoravano al servizio di questo, passando per una rassegna particoleraggiata dell’evoluzione dei veicoli storici dal XIV secolo in poi, custodita nelle segrete del castello.

Ma non è tutto. Con un pò di fortuna, sostengono gli avventori abituali delle antiche mura, non si può escludere di poter incontrare la primissima strega condannata a morte per il reato di stregoneria, il cui spirito si aggirerebbe ancora per i corridoi del Moosham Castle, in cerca di una vendetta che non le fu mai concessa.

Foto: by p2bg



, , , , , , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: