Mestre: a due passi da Venezia, una città tutta da scoprire

16 Nov , 2011  

visitare mestre

Spesso mettendo piede a Venezia, ci si trova a dover sciogliere il dubbio che spesso coglie i turisti di fronte a città o regioni in cui di cose da fare ce ne sono anche troppe. Nel caso della ‘Regina dell’Adriatico’ il dilemma non si pone. Basta attraversa Ponte della Libertà, infatti, per trovarsi di fronte alla squisita città di Mestre e convincersi che vale la pena fermarsi un pò.



A due passi dal cuore di Venezia e  più specificatamente  posta al margine della Laguna del capoluogo, Mestre fa da ‘spartitraffico’ della regione, collegando il territorio di periferia con il centro cittadino vero e proprio.

A partire dalla piazza principale, dedicata a Ermino Ferretto, il tour della città presenta una agenda fittissima. Nella zona immediatamente contigua allo spiazzale, si trova il famoso Teatro Toniolo, il Duomo di San Lorenzo e Palazzo da Re. Una triade perfetta, anche da un punto di vista più pratico vista la relativa vicinanza tra gli edifici, che culmina nel portico che ospitava l’antico mercato delle granaglie e nella Torre dell’Orologio.

Quest’ultima, fatta erigere nel 1108, deve la sua stessa esistenza al volere della famiglia dei Collalto, che ne fecero inizialmente una casatorre, trasformandola in seguito in una sorta di prolungamento del castello per eccellenza del luogo, Castelnuovo.

Rimanendo in tema, è possibile ancora oggi visitare il ponte omonimo che porta al castello, che non ebbe purtroppo   lo stesso destino felice e fu soggetto, col passare degli anni, ad un lento ma inesorabile declino che lo ha portato alle attuali condizioni di degrado. Solo macerie e pochi resti abbandonati, dunque, ma aperto a chiunque volesse toccare con mano il ‘cumulo di pietre’ che, tanti anni fa, segnò la storia di una città intera.

Spostandosi nella direzione opposta, invece, ci si immerge nelle vaste aree verdi dei Boschi di Mestre, costituiti da una successione di alberi di ogni tipo e piante rigogliose, comprese all’interno del parco dell’ Orsellino, ad esempio, situato a ridosso del quartiere Pertini, di quello di Carpenedo o il San Giuliano.

Ed è proprio il parco di San Giuliano, in particolare, che si trova immesso in una delle zone a sfondo storico più interessanti di Mestre, ovvero la sezione del comune nota ai suoi abitanti come ‘i Forti’. Si tratta, per l’esattezza, di un campo trincerato molto esteso, risalente al XIX secolo, usato a scopi bellici, che crea un contrasto impressionante con il verde brillante dei 700 ettari di prato, canali e lagune del parco di San Giuliano.



, , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: