Un capodanno fuori dal comune a Oslo

20 Dic , 2011  

capodanno a oslo

Freddo, vita poco movimentata e un incredibile numero di ore da trascorrere al buio: questo è ciò che viene solitamente in mente a chi capita di pensare a Oslo come meta vacanziera per l’inverno. Difficile smentire, in realtà, vista la media di 3-4 ore di luce quotidiane, la colonnina di mercurio che scende inesorabilmente sotto lo zero e il limite di età a 25 anni imposto dalla maggior parte dei locali della capitale. In genere, però, ci si dimentica di tutto il resto, ma qui il capodanno è davvero magico.



Chi si aspettasse di trovare tavole imbandite alla maniera italiana per il cenone potrebbe rimanere deluso, ma in compenso sono in molti a rimanere piacevolmente sorpresi dalla varietà di specialità tipiche che si succedono a frotte tra le portate principali del menù natalizio norvegese.

Prosciutto al forno condito con ogni tipo di salse e spezie, piatti a base di carne di renna si accompagnano ad una vasta scelta di cibo più ‘familiare’ nelle decine di catene di ristorazione, come la EGON, che vengono spesso preferite ai listini spesso alquanto poco economici offerti dalla maggior parte dei ristoranti della città. Ma ad Oslo non c’è molto tempo per gozzovigliare.

Visitare i caratteristici fiordi, vessillo al vento del paese, è vivamente sconsigliato in questo periodo dell’anno non solo per le basse temperature, ma anche per il panorama, che si riduce ad una sconfinata landa ghiacciata e desolata, ma nonostante questo le piste sciistiche così come quelle da pattinaggio del centro rimangono sempre aperte, anche nel bel mezzo della notte, proprio per permettere ai turisti di godersi uno dei passatempi preferiti della zona.

I musei durante i giorni festivi e a capodanno, spesso, ad ingresso gratuito, sono sempre aperti e le statue che puntellano i marciapiedi ad ogni passo e i tramonti mozzafiato non fanno rimpiangere la mancanza di veri e propri spettacoli di fuochi d’artificio (è molto improbabile, infatti, trovare gente in piazza intenta ad aspettare la mezzanotte all’aperto!) e, sorprendentemente, la mancanza dell’ospite che più ci si aspetterebbe di incontrare in un posto del genere: la neve!

In più, locali notturni come il Blaa, lo ZClub o il Sikamikaniko sono l’ideale per l’after-party di mezzanotte, tenendo sempre bene a mente l’inflessibilità delle leggi norvegesi che non permettono in nessun modo di trasgredire al limite d’età.

Tralasciando questo, il capodanno in una città come Oslo non fa altro che rendere la capitale ancora più interessante e di sicuro sarà un’esperienza da raccontare.

Foto: by ergates



, , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: