visitare barcellona la guida

Visitare Barcellona: la guida alternativa alla metropoli Catalana

10 Ott , 2012  

visitare barcellona la guida

Lontano dalle Ramblas e dai soliti circuiti turistici, Barcellona ha molto da offrire. Mille cosa da fare e da vedere, per scoprire nuovi angoli della città. Tutti quelli che, almeno una volta, si sono regalati una vacanza in Spagna, hanno fatto tappa a Barcellona, passando obbligatoriamente dai grandi classici. Alzi la mano chi non è mai stato al mercato de La Boqueria o alla Sagrada Familia. Luoghi unici e bellissimi, ma visti e stravisti. Prepratavi a una vacanza diversa, a un modo nuovo e originale di vivere la città, oltre i soliti dejà vu. Ecco i nostri spunti per un itinerario alternativo.



Carrer Riera Baixa

Carrer Riera Baixa barcellona

Nel cuore del quartiere Raval, scorre la Carrer Riera Baixa, una strada stretta divenuta un vero paradiso per gli amanti dello shopping indipendente. Numerosi negozietti vintage specializzati, bancarelle trendy, ogni tanto qualche eccentrica boutique di abbigliamento,  sapranno catturare la vostra attenzione con vetrine stravaganti, personale cordiale, prezzi generalmente bassi e ogni sorta di meraviglie: da manufatti di seconda mano, veri pezzi unici, alle nuove creazioni. E’ senza dubbio essere la via più cool di Barcellona per fare shopping. Ogni giorno potrete trovare qualcosa di nuovo, strano e decisamente originale, capace di far salire la vostra febbre da vintage.

Museo del Rock

museo del rock barcelona

Se siete amanti del rock, un appuntamento da non mancare assolutamente, è quello con il Museo del Rock. Il museo è situato nel centro commerciale di Las Arenas e qui trovate la più vasta collezione d’Europa dedicata alle memorabilia delle leggende della musica, per rivivere la storia del rock e delle star che l’hanno resa immortale.
Il museo ospita zone dedicate a diversi decenni di musica rock, mostre temporanee e una sala da concerto. Il museo vi darà la possibilità di vedere film inediti, assistere alla presentazione di album e libri, e persino di seguire corsi di perfezionamento. Tra i cimeli esposti, un jukebox anni 60 dei Rolling Stones, scritti musicali di Bruce Springstreen e John Lennon, abiti  di scena di Michael Jackson e Madonna, e persino le chitarre di Eric Clapton e Kurt Cobain. Non mancano le stravaganze, come la doccia in oro massiccio di Elton John. Il prezzo del biglietto d’ingresso è di 5 euro per gli adulti.

Museo del Cioccolato

A chi non piace il cioccolato? Al latte, con le mandorle, bianco, nero, fondente… la tentazione più dolce…Il principe delle golosità!
Nel corso degli anni, il cioccolato è diventato un oggetto di culto per molti mentre per altri, una fonte di ispirazione. Chi non ricorda il film Chocolat con Johnny Depp? Per conoscere le origini del cacao, la sua storia ed evoluzione, il Museo del Cioccolato di Barcellona apre le sue porte a curiosi e golosi.

Un viaggio sensoriale unico il cui obiettivo è quello di diffondere la cultura di “Sua maestà” il cioccolato, per aumentarne il valore, non solo gastronomico. Il museo è organizzato in diverse aree che si concentrano su tutti gli aspetti legati al cioccolato, dalla presentazione degli ingredienti di base, al ruolo storico degli scambi, alla la sua rilevanza nella nostra società, passando per leggende, tradizioni e costumi. Particolare attenzione è riservata alle uova di Pasqua e alle Monas artigianali, originariamente ciambelle adornata con uova sode, connubio di diverse tradizioni, oggi divenute un dolce-scultura grazie all’abilità dei pasticceri locali che hanno trasformato questo dolce in opera d’arte. All’interno del museo c’è anche una sala dedicata alle macchine per la produzione di cioccolato, provenienti da vecchie fabbriche catalane. Una esperienza da leccarsi le dita! Il biglietto d’ingresso costa 4,30 per gli adulti, mentre i bambini fino a 7 anni non pagano.

Passeig del Born

Passeig del Born barcellona

El Born è la zona perfetta per gli amanti della vita notturna di Barcellona. La movida è tutta qui. Su Plaça Commercial e le stradine adiacenti si affollano i tavolini da caffè, animati fino alle prime ore del giorno. Passeig del Born è un viale acciottolato circondato da cocktail bar, tapas bar, boutique e caffè. E’ uno dei luoghi più alla moda della città, ideale per una passeggiata pomeridiana lungo le sue viuzze piene di negozi alla moda, o per l’aperitivo.
Una delle cose più cool del Passeig del Born? Starsene seduti su una delle panche di pietra e guardare il mondo che passa. Se il richiamo dei locali circostanti non si rivelerà irresistibile…come un canto delle Sirene.

Parc Natural de la Serra del Collserola

Parc Natural de la Serra del Collserola

Situato proprio dietro la collina di Tibidabo, che può essere vista dal centro di Barcellona – e a soli 20 minuti da Plaza Catalunya, nel cuore della città – , si possono trovare 8000 ettari di natura incontaminata: è il Parc Natural de la Serra del Collserola, il più grande parco metropolitano del mondo. 8 volte più grande del Bois de Boulogne a Parigi, e 22 volte più grande di Central Park a New York. E’ un’isola di verde in mezzo ad una delle aree urbane più densamente popolate della costa mediterranea. Il parco, offre percorsi pedonali, piste ciclabili, itinerari trekking, ristoranti, chioschi,  agriturismi e molto altro ancora, oltre ad essere un rifugio perfetto quando in città fa troppo caldo!

Biblioteca Jaume Fuster

Biblioteca Jaume Fuster barcellona

Se vi piacciono il design e l’architettura, dovete assolutamente fermarvi alla nuova biblioteca Jaume Fuster di Josep Llinás e Joan Garcia Vera vicino al Parc Guell di Barcellona . Un edificio che da lontano sembra essere basso e un po’ staccato dall’ambiente immediatamente circostante, ma che si svela  poco a poco come una struttura innovativa, dalle forme avveniristiche, fatta di vetrate, legno e acciaio sapientemente mixati, in grado di conferire alla biblioteca un aspetto unico, che ha mutato lo skyline di Barcellona. Uno spazio immenso di oltre 5 mila metri quadrati disposti su due liveli, al cui interno, ugualmente complesso, la luce naturale penetra dall’atrio.

Barceloneta – Tapas, paella e vino

barceloneta quartiere

Per concludere il nostro viaggio suggeriamo agli amanti del buon cibo e delle tipicità, la Barceloneta, il quartiere sul mare dove viene servita la paella migliore della città, quella autentica della domenica, il Mercato Santa Caterina, un vecchio mercato rionale, davvero unico nel suo genere e Quimet & Quimet. Si tratta di uno dei locali migliori per gustare tapas, tutte fatte con prodotti locali e genuini, conosciutissimo anche per l’offerta di vini di ogni tipo. Non perdetevi delizie come le cozze con pomodoro, le navajas, o uno qualsiasi degli originali “montaditos”.

Che ne dite del lato alternativo di Barcellona?



, , , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: