visitare Guadalajara

Visitare Guadalajara, l’anima del Messico

13 Feb , 2013  

Guadalajara_cattedrale

Andare dall’altro capo del mondo è sempre molto costoso ed anche se ultimamente si trovano molte offerte di viaggio per gli Stati Uniti o per altre destinazioni gettonate, raggiungere alcuni Paesi in particolare dell’America Latina ha dei costi proibitivi. Il Messico è sicuramente tra questi.



Molti obietteranno con l’esistenza di pacchetti low cost per Cancun o Acapulco o potranno affermare come numerose compagnie marittime, specialmente nell’ultimo anno, abbiano abbassato i prezzi proponendo crociere in offerta grazie alle quali è possibile esplorare questa parte di emisfero senza spendere eccessivamente.

Il Messico però è una terra che va vissuta tutta d’un fiato. Quello che può offrire una crociera o una permanenza a Cancun o Acapulco resta pur sempre qualcosa di artificiale, luoghi costruiti ad hoc come vetrina turistica del Paese. Belle spiagge si, ma incapaci di mostrare l’anima del Paese. Polpettoni turistici in cui ai visitatori vengono offerti improbabili mix scenografici che dovrebbero riassumere in pochi giorni la cultura di una Nazione grande oltre 10 volte l’Italia, in cui vivono 120.000.000 di persone che discendono da centinaia di etnie distinte di cui molte autoctone, uniche ed ancora esistenti.
Per questo visitare Cancun non significa andare in Messico, ma andare nel Messico che Europei o Statunitensi hanno nel loro immaginario. Se volete vedere il vero Messico, o almeno la cultura autentica di una parte di esso dovete scegliere una capitale di Stato e per conoscere tutte quelle cose che sono più rappresentative del Paese nel Mondo, dovete andare a Guadalajara nello stato di Jalisco.
Un biglietto Roma-Città del Messico (da cui prendere gli aerei per tutte le altre destinazioni) può costare mille e più euro, ma, se siete fortunati è possibile trovare alcune offerte di voli a costo ridotto su tanti siti e comparatori di prezzo. Anche flash deals come Groupon e Groupalia, non sempre a dir la verità, propongono offerte e promozioni per voli simili.

visitare GuadalajaraNel mio caso studiando attentamente le offerte più low-cost di vari siti, prenotando in giorni festivi (ho viaggiato il giorno dell’Immacolata) e prendendo aerei ad orari impossibili (partenza da Roma alle sei di mattina, passando la notte a Fiumicino dato che di notte non ci sono altri mezzi che il taxi per andarci) sono riuscito a comprare il biglietto aereo con meno di 800 euro, una cifra invidiabile per una tratta andata e ritorno, con scali e con la “traversata” oceanica Amsterdam-Messico operata da KLM che offre anche in classe economica qualità del servizio e comodità impeccabili. Guadalajara in realtà è dotata di un aeroporto internazionale, ma visto il prezzo e visto che dovevo passare dalla Capitale del Messico per vedere degli amici, ho fatto il “giro lungo”.

Ebbene dopo essere sopravvissuto a nottate in Aeroporto e a un vicino di posto in Aereo, un messicano pacioccone che ordinava vino o whiskey ogni 20 minuti sono finalmente arrivato a Guadalajara, la Parigi dell’Ovest, la seconda città più importante del Messico. Una volta superato lo scoglio del biglietto aereo, il Messico è un paese super economico per noi, grazie al cambio favorevole euro-pesos per cui la prima cosa da fare a Guadalajara è piombarsi sul cibo. La qualità del cibo a Guadalajara è superiore a quella di Città del Messico: quest’ultima infatti, visti soprattutto i livelli enormi di inquinamento, non è una città in cui uno straniero possa mangiare ovunque senza poi sentirsi male. Guadalajara invece è più pulita e nel centro è facile trovare numerose offerte di ristoranti economici oppure molti forni e pasticcerie che sfornano dolciumi a qualsiasi ora. Molti dei piatti più apprezzati della cucina Messicana sono nati dello Stato di Jalisco, di cui è capitale Guadalajara. Uno dei miei preferiti è la torta ahogada tapatia: un panino soffice imbottito di carne di maiale speziata e bollita, condito con pomodoro, salsa piccante, e cipolla che viene letteralmente immerso nel brodo di cottura della carne (arricchito anch’esso con pomodoro e peperoncino). Praticamente finirete per mangiare il panino con il cucchiaio una volta che questo si trovi affogato definitivamente.

Guadalajara inoltre è la patria del Mariachi, nella città si riuniscono ogni anno i mariachi di tutto il mondo in un festival unico, e non è raro incontrare per le strade e nei ristoranti i caratteristici gruppi musicali messicani. Il centro storico della città è pieno di monumenti interessanti, la Cattedrale, il Teatro Degollado, il Palazzo del Governo, decorato quest’ultimo da affreschi di grandi pittori messicani come José Orozco, creatori dello stile artistico che oggi conosciamo come “murales” che con colori forti ed immagini altrettanto impattanti, quasi come fumetti, riprodusse i grandi della storia messicana e le loro gesta.

Guadalajara minerva

Dopo una visita al centro storico di Guadalajara, vale la pena entrare nel mercato di San Juan de Dios, uno dei mercati coperti più grandi del mondo, in cui troverete assolutamente di tutto. È un luogo ottimo per comprare pezzi di artigianato di cuoio tipici della zona a prezzi bassissimi, come souvenir o regalo, ma anche per uso personale: cinture, portafogli, portamonete…tutto di ottima fattura. La città ha una doppia anima: quella popolare del mercato, del cibo buono, dai sapori intensi e dalle quantità abbondanti, a quella colta dell’università, dei congressi e dei teatri. Per i maschietti più distratti aggiungo una notizia interessante: le donne di Guadalajara sono le più belle del Paese.

Ve ne accorgerete facilmente entrando nei ristoranti più in, passeggiando nei pressi dell’Università o nei centri commerciali, e scoprirete anche che la gente della città è molto aperta, calorosa ed ospitale sempre ben disposta verso gli stranieri…chissà che non facciate qualche amicizia interessante con le gambe lunghe, la pelle ambrata ed un sorriso magnetico e intrigante, “coqueto” come si dice in spagnolo. Dimenticherete gli stereotipi dei film quando andate in Messico, soprattutto nel Centro e nel Nord: ci sono bellezze da farvi girare la testa in ogni angolo!

Un poco fuori dalla città si trova infine Tlaquepaque, un borgo molto turistico però molto interessante. Case colorate, viuzze piene di negozi di artigianato ed artisti di strada, indios che suonano vestiti da aztechi, donne che prevedono il futuro, sicuramente divertiranno immensamente qualsiasi viaggiatore. Potrete poi sedervi al ristorante El Parian e tra portici ed archi in stile coloniale, assistere all’esibizione di un gruppo di mariachi sotto i tipici gazebi in ferro battuto tipici delle piazze messicane mentre sorseggiate una bevanda tipica di frutta o un birra messicana come la Sol (lasciate stare il caffè in Messico!).

Conoscere tutto il Messico è difficile, può risultare costoso viste le grandi distanze e ci sono anche zone critiche in cui per andare bisogna avere un certo coraggio, ma è certo che visitando Guadalajara vi sarete impregnati della più autentica anima messicana, fatta di un calore solare e allegro, colorato e intenso, che difficilmente dimenticherete per il resto della vostra vita. E con una parola in più nel vostro vocabolario: TAPATÍO, che indica esclusivamente qualcosa tipico di quel mix esplosivo che è Guadalajara.



, , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: