Visitare la Bulgaria: la cultura di Plovdiv e il mare di Sozopol

4 Dic , 2011  

visitare la bulgaria

La Bulgaria offre un variegato ventaglio di di attrattive che la rendono una meta appetibile per chi volesse dedicarsi ad un paese ricco di tradizioni tutte da scoprire, da organizzare in completa autonomia. Parecchie compagnie low-cost la includono nelle loro destinazioni, anche se si atterra nella capitale Sofia le altre città sono collegate da una buona rete di trasporti (treno o pullman di linea) per scoprire sia l’interno che le località balneari del Mar Nero.



Il viaggio è preferibile durante i mesi estivi, ricchi di manifestazioni, o in quelli primaverili perché il clima invernale è davvero troppo rigido e le strade sono spesso rese poco agibili dalla neve.

In alternativa a hotel lussuosi o piccole strutture, si può optare per un appartamento confortevole ed accessoriato, spesso ottimamente ubicato, adatto per famiglie o gruppi di amici desiderosi di più libertà, dove una spaghettata a mezzanotte può essere organizzata senza problemi.

Un paese lo si pregusta anche tramite la sua gastronomia, notando le influenze che hanno permeato le tradizioni a tavola, qui in Bulgaria i retaggi dell’impero ottomano si sovrappongono alle tradizioni contadine e gli influssi greci. Ci si può lasciar tentare da delizie cotte in pentole di coccio a base di formaggio, peperoni, pomodori e spezie o da fresche salse con yogurt denso e cremoso, accompagnate da focacce  all’ aglio. Il pesce sulla costa è eccellente e cucinato in modo fantasioso, come ad esempio in una tegola (in una vera tegola da tetto) . La birra di produzione locale, leggera e spesso alla spina , è da preferirsi rispetto alle marche note che si trovano anche da noi.

Da provare l’ Ayran, bevanda a base di yogurt liquido leggermente salato e l’ Ashurè dolce a base di gelatina di riso con chicchi d’orzo e sciroppo di lampone. Molti ristoranti sia nelle città che sul mare sono spesso all’aperto con musica, tavoli in legno o pietra con pietanze gradevoli alla vista, all ’olfatto, al gusto e al portafoglio.

I mercati all’aperto propongono un’atmosfera retrò : numerose vecchiette offrono i loro fiori, un mazzetto di erbe aromatiche, un bicchiere di lamponi o mirtilli vicino a bancarelle stracolme di verdura, frutta, pesce, miele e yogurt.

Sofia è una città moderna con ampi viali alberati, negozi di lusso e chiese ortodosse tra le quali spicca senz’altro per dimensioni e opulenza architettonica la cattedrale Alexander Nevsky . L’architettura religiosa bulgara si esprime al meglio negli innumerevoli monasteri bizantini molti dei quali sfoggiano, anche sulle pareti esterne, mosaici e pitture di ottima fattura.

Alcuni monasteri sono situati nei pressi di grandi città per cui può essere scomodo raggiungerli con i mezzi pubblici ma, contrattando un po’, i taxi non offrono tariffe proibitive e, a volte, il tassista stesso sarà un’ottima fonte di informazioni su altri luoghi interessanti da visitare lungo la via.

Si può spaziare dai più vasti e famosi come il monastero di Rila, patrimonio dell’Unesco, nei pressi di Sofia, o lo scenografico Dryanovo, nei dintorni di Veliko Tarnovo, e qui unire anche una visita alle vicine grotte di Bacho Kiro, raggiungibili a piedi dal monastero, inserito in un placido scenario naturale.

Una città oltre le aspettative è  Plovdiv !

Il suo vecchio centro storico , pur impegnandoci in salite dove i tacchi a spillo sono del tutto sconsigliati, ripaga della fatica con innumerevoli palazzi decorati, dove ogni angolo è un gioiello architettonico racchiuso tra le strette vie che salgono e scendono senza tregua. Una tra le più belle case di un ricco mercante, ora adibita a sede del Museo Etnografico, è in legno scuro decorato e intagliato magistralmente sia all’esterno che all’interno.

Si possono ammirare qui più di 200 siti archeologici, di varie epoche e popolazioni, che raggiungono la massima espressione nell’Anfiteatro Romano, perfettamente conservato, con ottima visibilità ed acustica, tanto da ospitare numerose manifestazioni. La più coreografica tra tutte è il“Festival Internazionale del Folclore” , che si svolge ogni estate, con folti gruppi di danzatori da vari paesi del mondo, che si esibiscono con i loro costumi e strumenti tipici.

Per una rilassante vacanza balneare in Bulgaria rechiamoci a Sozopol , arroccata su una scogliera protesa sul Nar Nero, è molto meno turistica di Varna ma con attrattive paesaggistiche che si scoprono nelle stradine tra vecchie case in legno e pietra mentre il vivace lungomare ci alletta con ristoranti in contesti da cartolina.

Anche la Bulgaria sta vivendo un’ampia trasformazione soprattutto nelle zone balneari con zone estremamente esasperate e caotiche. come Sunny Beach, chiamata anche l’ Ibiza dell’ Est Europa, ma ha anche saputo sapientemente preservare il patrimonio architettonico e paesaggistico che la rende degna di una visita approfondita.

Foto: by tekrei



, , , , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: