Visitare Surat in giro per il mondo, non è ubiquità!

29 Nov , 2011  

 visitare-surat

Ci sono città che vale la pena di visitare in lungo e in largo, altre meno famose ma lentamente svelate al grande pubblico di viaggiatori ‘professionisti’, ma è raro potersi vantare di aver soggiornato nella stessa città, più volte e in punti più diversi del globo. Spieghiamoci meglio.



Dono dell’ubiquità a parte, è possibile spuntare dalla lista dei luoghi visitati la città di Surat, sia che ci si trovi nell’emisfero australe, sia che si stia per mettere piede nel continente europeo e tutto si spiega con la presenza di ben quattro omonimi disseminati su altrettanti angoli di mondo. Sono ben quattro, infatti, le versioni che animano Surat e si trovano rispettivamente in Australia, Thailandia, Francia e nella sovraffollata India.

Distesa su ben 270.000 km quadrati di area, la Surat australiana appartiene in parte alla zona del Queenisland e per un’altra buona fetta a quella del New South Wakel.Un soggiorno tutto relax e interessi ‘da topi di biblioteca’ attende i fan di archeologia, storia ed affini. Fu fondata nel 1849 da sir Thomas Mitchell, di passaggio, ma consolidò ben presto il proprio primato in materia di geologia e minerali, grazie ad anni di sedimentazione fluviale databili dal Giurassico fino al Cretaceo. Cobb & Co. Store MuseumBalonne River Gallery e il Freshwater Aquarium, ricco delle specie più variopinte di pesci e crostacei, sono ciò che la cittadina ha da offrire, il tutto condito con una buona dose di ospitalità australiana.

Più movimentata, e sicuramente popolata, è la Surat del Gujarat, in India, che l’elevato tasso demografico che sfiora i 4 milioni i popolazione ha reso una delle province più dense del paese. Il panorama delimitato dal fossato che la separa dal borgo vecchio, ma che non risparmiato le antiche mura originali compensa le perdite con Surat Fort, l’edificio localizzabile sulla riva opposta del Tapti e annoverato tra gli edifici più datati del luogo. Khudawan Khan, albanese convertitosi al culto dell’Islam fu l’artefice,nel XVI secolo, dei suoi spalti ornati di merli alti ben 12 metri e delle inferriate incastrate tra le mura spesse più di quattro metri che, seppur nelle condizioni di degrado avanzato, rendono il forte ancora inespugnabile.

Regione dell’ Alvernia, cartina ripiegata verso Puy-de-Dome per la Francia che pur contando poco meno di 400 abitanti al suo interno fa da calamita per il suo Parco Nazionale di enorme dimensioni, le chiese romaniche e medievali, i vulcani oggetto di escursioni scientifiche e, soprattutto, le prove di nouvelle cousine in cui la raffinata Surat del dipartimento francese eccelle.

Tutt’ altro registro per la Thailandia, in cui la città sale al rango di capitale delle provincia omonima (una delle più estese del sud, a quasi 700 km dalla metropoli di Bangkok). Qui, ribattezzata ‘città della brava gente’, la bottiglia inaugurale della ‘nave-Surat’ risale al vicino 1915, ma nonostante la veste apparentemente moderna, il centro rappresenta una dei luoghi più ricchi di storia della regione. Dalle tracce di insediamenti indiani, fino al ruolo di crocevia principale prescelto dal longevo impero Srivijaya, attualmente nasconde tutti coloro che vogliono dare un taglio alla routine e agli stress quotidiani nelle decine di isolette disseminati lungo la costa e protette dall’impressionante spettacolo della barriera corallina.

Foto: by René Ehrhardt



, , , , , , ,

By  -        
Turistagratis è un comparatore di ricerca voli lowcost e hotel. Inoltre ci teniamo a darvi ogni giorno informazioni utili e articoli su destinazioni turistiche e consigli di viaggio, per farvi viaggiare in modo economico e del tutto sicuro.



Non perderti nemmeno un articolo

Vuoi restare sempre informato sulle ultime offerte e notizie per viaggiare lowcost?
Iscriviti Gratis alla nostra newsletter: